La Sedazione Cosciente


La prassi odontoiatrica è prevalentemente ambulatoriale e spesso il dentista si trova di fronte soggetti affetti da stati di ansia, stress, di paura e tra questi numerosi sono i bambini, anche molto piccoli, bisognosi di cure e portati a forza dai genitori nello studio dentistico.
Molte di queste emergenze in passato rimanevano senza soluzione, salvo casi più gravi per i quali si faceva ricorso all’anestesia generale praticata esclusivamente in cliniche odontoiatriche o in case di cura private con rischi e costi facilmente immaginabili.
Anche il dentista più paziente è costretto ad arrendersi di fronte a soggetti molto ansiosi o a bambini molto piccoli privandoli, Suo malgrado, delle cure odontoiatriche necessarie.

Oggi la situazione è drasticamente cambiata grazie alla possibilità di utilizzare all’interno dello studio odontoiatrico una tecnica di anestesia che permette di sottoporsi alle cure in tutta tranquillità.
Con il termine Sedazione Cosciente si indica uno stato in cui il paziente è “sedato” cioè insensibile a tutto ciò che provoca stress, ma “cosciente” cioè in grado di rispondere a domande, conservare capacità decisionali ed eseguire ordini semplici.
Lo scopo della Sedazione Cosciente è di rendere il paziente libero dall’ansia e dalla paura del dentista

.
Attraverso una mascherina nasale viene somministrato un gas anestetico composto da protossido di azoto (30% circa) e ossigeno.
La somministrazione di ossigeno è costante ed in percentuale di molto superiore a quella contenuta nell’aria.

L’uso è semplice ed indolore tanto che si è rilevata una tecnica ideale per curare con successo e senza alcun trauma bambini molto piccoli.
Basta appoggiare questa mascherina sul naso e dopo pochi minuti si ha un rilassamento muscolare, scomparsa della paura e riduzione della sensibilità al dolore nei tessuti della bocca: a questo punto si possono effettuare tranquillamente le cure programmate.
Questa tecnica non esclude la normale anestesia locale che però diventa una manovra semplice e ben tollerata.
Il trattamento è innocuo e questa sua caratteristica fa si che possa essere ripetuto più volte a breve distanza di tempo.
E’ importante ribadire che il paziente non viene assolutamente addormentato, ma rimane sveglio e sempre in grado di conversare con il dentista, l’infermiera e l’eventuale accompagnatore per tutto il tempo delle cure.



Questo sito utilizza cookie tecnici: se vuoi saperne di più o negarne il consenso clicca su maggiori informazioni. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso del cookie.
Maggiori Informazioni
Ok